San Vito Lo Capo non offre solo mare, ma anche tanta montagna.

San Vito Lo Capo non offre solo mare, ma anche tanta montagna.

San Vito Lo Capo non offre solo mare, ma anche tanta montagna.

San Vito Lo Capo non offre solo mare, ma anche tanta montagna.

11/02/2017

Tra le escursioni assolutamente da fare c’è quella per pizzo Cofano.

La risalita verso la sua cima offre delle prospettive meravigliose, da un lato sul litorale di Macari, dall’altro su Erice ed il golfo di Bonagia, tratto del mar Tirreno che qui prende la forma di un cuore ed i cui lineamenti si intravedono già nel promontorio che collega questa imponente montagna al resto della Sicilia.

Molto particolare la veduta sul golfo di Macari, un tratto di costa tra i più belli ed incontaminati della zona, cui fa da sfondo monte Monaco, la montagna che domina la baia di San Vito Lo Capo.



L’escursione per la cima di monte Cofano inizia da Cala Bukuto, nel territorio di Custonaci, città famosa in tutto il mondo per i suoi marmi.
Una volta entrati nella Riserva Naturale Orientata di Cofano, dopo una risalita non particolarmente impegnativa,  si arriva ad una altezza di poco più di duecento metri, una “sella” che divide la zona di Custonaci da quella del “Tuono”.
A questo punto si può decidere di scendere verso il mare e l’antica Torre della Tonnara, oppure iniziare la risalita per arrivare sul pizzo di questa stupenda montagna.
Capace di regalare delle forti emozioni.



In ogni suo lato Monte Cofano si presenta in tutta la sua bellezza e maestosità.
Un fascino che si traduce in una atmosfera di avvolgimento durante l’escursione per raggiungere la cima, a 659 metri di altezza. Una passeggiata nella natura dove non c’è il rischio di annoiarsi. Tutt’altro.
Ad un certo punto del percorso bisogna anche arrampicarsi tra le rocce, aiutandosi con una corda e scaletta. Si tratta comunque di pochi metri, abbordabilissimi, come ovvio, con la dovuta concentrazione, attenzione e prudenza. Che non devono mai mancare.
Alcuni punti impongono un po’ di cautela soprattutto in discesa.



Naturalmente bisogna indossare scarpe da trekking ed  i bastoncini da escursione, in certi tratti, possono tornare molto utili. Nello zainetto non deve mancare l’acqua e possibilmente una maglia di ricambio. La sudata, soprattutto nella bella stagione è garantita.
Qualcosa da mettere sotto i denti può aiutare durante la camminata.
Meglio se qualcosa di non particolarmente pesante da digerire: l’ideale è sempre la frutta, come le banane, che grazie al potassio danno una vera e propria carica di energia

.

La fatica della risalita viene comunque ricompensata, passo dopo passo dal  magico contesto  tra cielo e mare. Man mano che ci si avvicina alla vetta di Cofano lo sguardo coglie tutta la bellezza di questo luogo, colori intensi e panorami  mozzafiato che vi rimarranno nel cuore.

Naturalmente su in cima è un autentico spettacolo della natura. Lo scenario è di quelli che fanno vibrare l’anima.

Godetevi questi momenti , sedetevi su una roccia e  guardano verso la montagna di Erice  respirate profondamente , chiudete  gli occhi … un senso di pace incomparabile vi avvolgerà.
Un’autentica emozione.

Chi non desidera salire sulla cima può percorrere il sentiero che si snoda attorno al Monte e che, in alcuni tratti, sul  versante settentrionale, è a picco sul mare, con costoni rocciosi che svettano imponenti verso il cielo.
La sensazione, costeggiando il litorale, è di ammirare delle dolomiti sul blu del mare.
Assolutamente da provare…

Mario Torrente

Come arrivare a Cala Bukuto da San Vito Lo Capo


Autore: by
SanVitoweb.com
          

Scopri San Vito Lo Capo

Vedi le piu' belle foto

Photogallery