40 anni fa, la marcia che diede vita alla Riserva dello Zingaro

40 anni fa, la marcia che diede vita alla Riserva dello Zingaro

40 anni fa, la marcia che diede vita alla Riserva dello Zingaro

Oggi è una giornata importante per la Riserva Naturale dello Zingaro, quarant’anni fa, il 18 maggio 1980, i suoi sette chilometri di costa venivano invasi, con una marcia pacifica, da chi diceva “no” ad un incombente disastro ambientale.

 

In quel tratto della Sicilia più selvaggia, tra Castellammare del Golfo e San Vito Lo Capo, si stava per realizzare una strada litoranea che avrebbe sconvolto per sempre uno dei luoghi naturali più affascinanti della Sicilia occidentale. Il breve tratto di galleria scavato nella roccia, nell’ingresso sud della Riserva (lato Scopello), ci dà l’idea di quanto violento sarebbe stato l’impatto di questo intervento sulla natura di questi luoghi.

Un habitat perfetto dove l’uomo e la natura hanno vissuto in equilibrio per millenni. 

Ne sono testimoni le tracce di vita rinvenute nelle sue grotte paleolitiche, come la stupenda Grotta dell’Uzzo, ed alcuni insediamenti più recenti come il Baglio Cusenza, abitato fino ai primi del novecento.

Fortunatamente dopo questo bellissimo gesto collettivo, di gente venuta da ogni parte d’Italia, la Regione Sicilia, il 6 giugno 1981, decide di realizzare la prima Riserva Naturale dell’isola.

Un passo importante che ha reso possibile la realizzazione ad oggi di ben nove tra Parchi Naturali e Riserve.

Oggi, non possiamo che ricordare con grande riconoscenza, chi, quel giorno, decise di venire in questo angolo remoto della Sicilia a dimostrare il suo amore e rispetto per la natura. 

Scopri le 7 spiagge della Riserva dello Zingaro


Autore: by
SanVitoweb.com
          

Strutture in Evidenza