...e dopo il mare, un bel giro nei dintorni di San Vito Lo Capo

...e dopo il mare, un bel giro nei dintorni di San Vito Lo Capo

...e dopo il mare, un bel giro nei dintorni di San Vito Lo Capo

20/07/2018

Durante una vacanza in Sicilia si viene totalmente catturati dal suo incantevole mare. Le sue coste sono così ricche di spiagge, scogliere e splendidi angoli naturali che si dimentica quante meraviglie l'isola offra, tra città d’arte, borghi medievali, resti di antiche civiltà e paesaggi di grande fascino; tante mete che vale la pena di visitare e che arricchiranno sicuramente l’esperienza del vostro viaggio. 

Tra le numerose località che si trovano nelle vicinanze di San Vito Lo Capo vi proponiamo un itinerario che parte dal mare e giunge fino al borgo medievale di Erice.
Prima tappa,  Castellammare del Golfo, borgo marinaro le cui radici storiche affondano nella storia antica dell’isola.

Questa piccola cittadina, antico porto di Segesta si  trova al centro di un territorio ricco di bellezze naturali ed artistiche da non perdere assolutamente; iniziamo dalle sue principali attrazioni:

Il Castello Arabo Normanno

Di questo imponente edificio costruito sul mare ne parla, per primo, il geografo Idrisi, nel suo "Libro di Re Ruggero”  del 1154.

La sua costruzione si deve agli Arabi che lo eressero, intorno al X secolo, sulle rovine di preesistenti fortificazioni. Ampliato in seguito dai Normanni, divenne poi un imponente fortezza con gli Svevi che lo cinsero di mura e vi innalzarono delle torri. Inizialmente si accedeva al Castello grazie ad un ponte levatoio che poi venne sostituito da un ponte in muratura. 

Oggi in questo magnifico edificio, a  cui si giunge dopo una bella passeggiata nel piccolo porto,  si trova il Polo Museale "La memoria del Mediterraneo" suddiviso in  quattro sezioni: Museo dell'acqua e dei mulini, Museo delle attività produttive, Museo archeologico e Museo delle attività Marinare. 

La Chiesa Madre

La Chiesa Madre, detta  dai  castellammaresi  “la Matrici” si trova  al centro della città vecchia quasi al limite della cinta muraria e sorge sulle fondamenta di costruzioni precedenti. 

La sua facciata in uno stile semplice e slanciato ha morbide linee  che riflettono l’armonia interna dell’edificio  a tre navate.

La chiesa è dedicata alla Vergine SS. del Soccorso ed ospita al suo interno nove altari.

Sull’altare maggiore, dedicato al SS. Crocifisso, si trova un pregiato crocifisso ligneo.
Lungo le navate si trovano:  a sinistra, l'altare del Simulacro di Maria SS. del Soccorso, l'altare dedicato a Giuseppe, quello di Maria SS. del Carmelo,  l'altare di S. Vincenzo Ferreri con la statua di S. Rocco e il fonte battesimale in marmo; a destra, l’altare del SS. Sacramento con la statua del S. Cuore di Gesù,  l'altare di Maria SS. del Lume,  l'altare dei SS. Apostoli Pietro ed Andrea, l'altare di S. Gaetano con la statua di S. Francesco d’Assisi.
Pur subendo l’influenza del  Barocco, questa magnifica chiesa ha, tuttavia, una sua elegante leggerezza  che ben si fonde con i suoi stucchi e decori.

Spostandoci nelle vicinanze di Castellammare ci avviamo verso la Riserva dello Zingaro passando per  tre località ricche di fascino.

Baia di Guidaloca

Davvero affascinate questo tratto di costa  dove si apre, tra due promontori ricchi di macchia mediterranea, una splendida spiaggia di ciottoli bianchissimi.

Guidaloca con le sue acque cristalline ha un sapore selvaggio e anticipa tutta le bellezza della vicina Riserva dello Zingaro.  

Faraglioni e Tonnara 

La bellezza dei  Faraglioni di Scopello  è  ormai conosciuta in tutto il mondo. Questo luogo pittoresco e  scenografico  è stato infatti utilizzato varie volte come location di famosi  film tra cui Ocean's Eleven.

Un incredibile angolo di paradiso dove non potrete fare a meno di fermarvi  per ammirarne la bellezza dei colori e della natura.

Un mare dai fondali preziosi dove gli amanti dello snorkeling potranno godere di uno spettacolo unico.

Proprio di fronte ai Faraglioni si trova la Tonnara di Scopello appartenuta per un periodo anche alla famiglia Florio; una tra le più importanti  e conosciute di tutta la Sicilia, risalente al XIII secolo. La Tonnara è privata e si entra pagando un biglietto.

Borgo di Scopello

In cima ad una piccola collina, da cui si può ammirare un panorama mozzafiato,  si trova l’antico borgo di Scopello.  

Il pittoresco baglio, in cui un tempo si svolgeva la vita degli abitanti,  oggi ospita numerosi ristoranti e graziose botteghe artigianali; in questo luogo magico, cuore del piccolo borgo , si svolgono in estate concerti  di jazz e musica classica sotto il cielo stellato. 

Tra le specialità da gustate  non perdetevi  il famoso Pane Cunzato , ottimo da portare con voi al mare, le busiate al tonno  o i buonissimi dolci accompagnati da un fresco latte di mandorla. 

Se ne avete il tempo salite in cima alla Torre Bennistra da cui potrete ammirare il borgo e l'azzuro  del mare sottostante.   

Riserva dello Zingaro 

Per chi ha voglia di trekking consigliamo una bella camminata tra i sentieri della Riserva Naturale dello Zingaro (entrata sud).

I sette km della riserva si possono  visitare soltanto a piedi in totale tranquillità e immersi in una macchia mediterranea fatta di carrubbi, mandorli, ulivi e palme nane. Lungo la costa si aprono  delle bellissime calette di ciottoli bianchi che già in primavera invitano a fare un bel bagno.  Il mare, che da lontano assume i toni dal verde all’azzurro, vi accoglie con le sue acque cristalline e ricche di piccoli pesciolini.

Terme di Segesta

Se siete amanti delle Terme vi  trovate nel posto giusto, infatti,  poco distante da Castellammare, si trova un centro termale molto rinomato. Potrete usufruire di una vasta gamma di trattamenti: fanghi, aerosol, idromassaggi, saune e tanto altro.

I più curiosi potranno recarsi anche nelle vicine Polle del Crimiso, delle antiche vasche dove scorrono le acque termali del fiume Caldo,  tra canneti e  oleandri ,  utilizzate anche nel  periodo romano e le cui origini affondano nel mito greco.

Erice

Non molto lontano e assolutamente imperdibile una visita al borgo medievale di Erice, uno dei più belli d’Italia. Il castello di Venere, circondato dl verde giardino del Balio, domina dalla vetta del monte Erice la valle circostante  e si affaccia come un  balcone sul mar Mediterraneo. C’è chi dice di aver visto  da lassù, addirittura, la costa africana. Sulle vie, elegantemente lastricate, si aprono chiese, più di 60, preziosi palazzi, graziosi cortili fioriti, attraenti pasticcerie e laboriose botteghe artigianali.

Non perdetevi una visita al Museo Cordici, per ammirare la piccola Testa di Venere, o a al bellissimo Duomo per godere dei suoi preziosi interni.

E poi…dolcetti di mandorla, genovesi e cannoli a volontà!!!

DORMIRE A SAN VITO LO CAPO


Autore: by
SanVitoweb.com