...e dopo il mare, un bel giro nei dintorni di San Vito Lo Capo

...e dopo il mare, un bel giro nei dintorni di San Vito Lo Capo

...e dopo il mare, un bel giro nei dintorni di San Vito Lo Capo

Durante una vacanza in Sicilia si viene totalmente catturati dal suo incantevole mare. Le sue coste sono così ricche di spiagge, scogliere e splendidi angoli naturali che si dimentica quante meraviglie l'isola offra, tra città d’arte, borghi medievali, resti di antiche civiltà e paesaggi di grande fascino; tante mete che vale la pena di visitare e che arricchiranno sicuramente l’esperienza del vostro viaggio. 

Tra le numerose località che si trovano nelle vicinanze di San Vito Lo Capo vi proponiamo un itinerario alla scoperta di  Castellammare del Golfo , borgo marinaro, le cui radici affondano nel mito.
Il porto anticamente era uno dei più floridi di tutta l'isola, oggi il suo fascino rimane immutato.
Con la sua conformazone ad anfiteatro il paese fa da sfondo al porticciolo con le sue barche colorate e crea un'atmosfera pittoresca, soprattutto la sera.
Luogo d'incontro anche per i turisti che da qui partono ogni giorno alla volta della Riserva dello Zingaro e dei Faraglioni di Scopello. Percorrete le sue stradine e non fatevi intimidire dalle sue numerose scalinate perchè dall'alto scoprirete degli scorci sul mare  davvero incantevoli.

Impossibile non rimanere ammaliati dall'imponente Castello Arabo Normanno. Di questo edificio costruito sul mare ne parla, per primo, il geografo Idrisi, nel suo "Libro di Re Ruggero”  del 1154.

La sua costruzione si deve agli Arabi che lo eressero, intorno al X secolo, sulle rovine di preesistenti fortificazioni. Ampliato in seguito dai Normanni, divenne poi un imponente fortezza sotto la domonazione degli Svevi che lo cinsero di mura e vi innalzarono delle torri. Inizialmente si accedeva al Castello grazie ad un ponte levatoio che poi venne sostituito da un ponte in muratura. 

Oggi il castello ospita il Polo Museale "La memoria del Mediterraneo". Dopo una bella passeggiata nel porto potrete visitare le quattro sezioni del Polo:  Museo dell'acqua e dei mulini, Museo delle attività produttive, Museo archeologico e Museo delle attività Marinare

Al centro della città vecchia, quasi al limite della cinta muraria, sorge sulle fondamenta di costruzioni precedenti la Chiesa Madre. Detta dai castellammaresi  “la Matrici” .
La sua facciata in uno stile semplice e slanciato ha morbide linee  che riflettono l’armonia interna dell’edificio  a tre navate. La chiesa è dedicata alla Vergine SS. del Soccorso ed ospita al suo interno nove altari.

Sull’altare maggiore, dedicato al SS. Crocifisso, si trova un pregiato crocifisso ligneo.
Lungo le navate si trovano:  a sinistra, l'altare del Simulacro di Maria SS. del Soccorso, l'altare dedicato a Giuseppe, quello di Maria SS. del Carmelo,  l'altare di S. Vincenzo Ferreri con la statua di S. Rocco e il fonte battesimale in marmo; a destra, l’altare del SS. Sacramento con la statua del S. Cuore di Gesù,  l'altare di Maria SS. del Lume,  l'altare dei SS. Apostoli Pietro ed Andrea, l'altare di S. Gaetano con la statua di S. Francesco d’Assisi.
Pur subendo l’influenza del  Barocco, questa magnifica chiesa ha, tuttavia, una sua elegante leggerezza  che ben si fonde con i suoi stucchi e decori.

Dopo una sosta sul belvedere, da cui si ammira l'intero golfo di Castellammare, si va verso Scopello  per uno sguardo veloce sui faraglioni più belli e famosi della Sicilia, passando prima davanti alla Baia di Guidaloca. 



Davvero affascinate questo tratto di costa  dove si apre, tra due promontori ricchi di macchia mediterranea, una splendida spiaggia di ciottoli bianchissimi.

Guidaloca con le sue acque cristalline ha un sapore selvaggio e anticipa tutta le bellezza della vicina Riserva dello Zingaro. 
La bellezza dei  Faraglioni di Scopello  è  ormai conosciuta in tutto il mondo. Questo luogo pittoresco e  scenografico  è stato infatti utilizzato varie volte come location di famosi  film tra cui Ocean's Eleven.

Un incredibile angolo di paradiso dove non potrete fare a meno di fermarvi  per ammirarne la bellezza dei colori e della natura.

Un mare dai fondali preziosi dove gli amanti dello snorkeling potranno godere di uno spettacolo unico.
Proprio di fronte ai Faraglioni si trova la Tonnara di Scopello appartenuta per un periodo anche alla famiglia Florio; una tra le più importanti  e conosciute di tutta la Sicilia, risalente al XIII secolo. La Tonnara è privata e si entra pagando un biglietto.
Alle spalle della tonnara, in cima ad una piccola collina si trova il Baglio di Scopello. Un luogo che riassume in se tutto il fascino dei luoghi dove il tempo sembra essersi fermato.   

 

Noleggio Auto e Transfer

Escursioni turistiche


Autore: by
SanVitoweb.com
          

Strutture in Evidenza