Trapani - San Vito Web

Trapani

Trapani


Bagnata a nord dal Tirreno e a sud dal Mediterraneo, Trapani merita proprio il titolo di “città dei due mari”.
Con la sua forma di falce, la città si estende sull’estremo lembo della Sicilia occidentale, balcone naturale sui tramonti più belli della Sicilia.
La visita del centro storico è una lunga passeggiata tra vicoli arabi ed architetture barocche. Maestose chiese ed eleganti palazzi raccontano di uno splendido passato, antichi bastioni di difesa si affacciano sul mare e regalano, specialmente al tramonto, scorci memorabili.
Se decidete di visitarla in estate non dimenticate di portare con voi un costume da bagno, spiagge e lidi attrezzati sono raggiungibili anche a piedi.
Trapani panorama

Ottima idea quella di una pausa rilassante immersi in uno scenario dai colori incredibili. E la vostra pausa sarà anche molto gustosa…perché bar, pasticcerie, friggitorie e ristoranti saranno sempre all'altezza delle vostre aspettative. Non dimenticate di gustare le buonissime granite, le tipiche graffe ed il cibo di strada… e la famosa “pizza trapanese” di Calvino!
Trapani è anche tappa obbligatoria per chi vuole raggiungere l’Arcipelago delle isole Egadi. Dal suo porto, ogni giorno, partono numerosi aliscafi e traghetti per Favignana, Marettimo e Levanzo.

Trapani è anche una tappa obbligatoria per chi vuole raggiungere le isole Egadi, dal suo porto, ogni giorno, partono numerosi aliscafi e traghetti per  Favignana, Marettimo e Levanzo.Torre Ligni

Alla scoperta del centro storico di Trapani con un itinerario in 8 tappe


Iniziate la vostra passeggiata da uno dei luoghi più suggestivi di Trapani, l’ex Piazza Mercato del pesce, realizzata nel 1874 da Giovan Battista Talotti.
Colorato e ricco di profumi come ogni mercato siciliano, un tempo il suo porticato brulicava di ambulanti ed acquirenti. Si comprava il pesce appena pescato, ma anche i prodotti della terra portati in città direttamente dai contadini.
Oggi, la bella statua di Venere Anadiomene che si trova al centro della piazza accogliere con la sua eleganza i visitatori che iniziano da qui il percorso verso le mura di tramontana. Nel periodo estivo, questa location viene utilizzata per eventi culturali e mostre di artigianato, tra cui Stragusto, un festival dedicato allo street food e agli antichi mercati che normalmente si tiene a luglio.

Su un lato di piazza Mercato si apre una piccola via da cui inizia un percorso sulle antiche mura di difesa della città, un sistema di fortificazioni risalente al dominio spagnolo.
Come un lungo balcone sul mare, questo percorso, da fare soltanto a piedi e in compagnia dei gabbiani, permette di godere di una vista panoramica straordinaria. L’antico bastione Conca fa da sfondo alla lunga spiaggia sotto le mura, un colpo d’occhio soprattutto al tramonto.
Percorse tutte le mura si arriva, attraverso una stretta scalinata, in quello che un tempo era il quartiere dei pescatori e dei corallari (pescatori di corallo). Una breve tappa nel Largo delle Sirene, il cui nome già preannuncia una mitica vista sul mare, e poi si prosegue per Torre di Ligny.
La torre, con la sua forma quadrangolare svetta solitaria sulla punta estrema della città. Eretta durante il dominio spagnolo, nel 1671, per difendere la città dai pirati turchi, oggi ospita al suo interno un piccolo Museo Civico Antropologico.

Spettacolare il panorama che si gode dalla sua terrazza.
Vale la pena di salire i suoi ripidi scalini in pietra per ammirare, oltre ad una magnifica vista sulla città, anche il Castello di mare o Colombaia, testimone della storia millenaria di Trapani, ed oggi simbolo indiscusso della città.
Eretta su un piccolo isolotto dai cartaginesi nel 260 a C., la Colombaia era il luogo dove sostavano le colombe destinate come dono alla Dea Astarte, il cui tempio si trovava sulla cima di Erice.
Accanto alla Colombaia, costruita su uno scoglio si trova il Villino Nasi. Un piccolo edificio di pietra, rifugio del ministro trapanese Nunzio Nasi, che fu al governo agli inizi del ‘900. Al suo interno si trovano ancora molti oggetti d’epoca.
Da qui si godono magnifici tramonti con vista sulle isole Egadi.

Ritornando verso il centro si incontra in via Barlotta la Chiesa di San Francesco D’Assisi. Eretta sui resti di una precedente chiesa francescana del 1200 di cui è si possono ancora vedere all’esterno alcune parti, la chiesa ha un convento attiguo, mentre il portale classico venne aggiunto nel 1700 dall’architetto Gian Battista Amico.

Percorrendo la via Nunzio Nasi si arriva nella Chiesa del Purgatorio.
Famosa per la presenza al suo interno dei Misteri di Trapani, venti gruppi statuari di straordinaria bellezza, la Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio, si trova nelle piazza omonima a pochi passi dalla Cattedrale.
La sua bella facciata barocca fu realizzata dall’architetto Giovanbattista Amico ed è caratterizzata dalla presenza delle dodici statue degli Apostoli in marmo stuccato. Link a..I riti della pasqua
I gruppi dei Misteri sono protagonisti di una delle processioni pasquali più suggestive della Sicilia, portati a spalla dai fedeli per ventiquattro ore lungo le vie della città il venerdì Santo.

Poco distante dalla Chiesa del Purgatorio, sul corso principale, troviamo la Cattedrale di San Lorenzo, risalente al 1300. Ristrutturata una prima volta nel 1639, l’edificio ha assunto l’aspetto attuale nel 1748, grazie al restauro dell’architetto Giovanni Biagio Amico con campanile e portale ad archi.
Al suo interno si trovano tre navate e diverse opere di raffinata fattura. Interessante un Cristo Morto attribuito al pittore fiammingo Van Dyck.

Continuando la passeggiata sul Corso Vittorio Emanuele ci si trova davanti al complesso della Chiesa del Collegio dei Gesuiti realizzato nel 1596. L’interno a tre navate è stato restituito alla sua originaria bellezza dopo un eccellente restauro.
La sua splendida facciata classica fu arricchita da elementi barocchi da Francesco Bonamici, mentre al suo interno si possono ammirare degli splendidi stucchi di Bartolomeo Sanseverino, allievo del Serpotta.

A pochi minuti dalla Chiesa del Collegio sulla deliziosa Piazzetta Saturno con la sua bella fontana si può ammirare la Chiesa di Sant’Agostino con il suo ampio rosone gotico del 1100.
Si tratta di una ex cappella dei Templari dedicata a San Giovanni Battista in seguito ampliata dai padri agostiniani. Dell’aspetto originario resta il prospetto principale mentre l’abside è stato ricostruito dopo i bombardamenti del 1943. Oggi è sede di una esposizione permanente di opere sacre.

Da non perdere:
-

Chiesa del Collegio

Chiesa del Collegio

Lavorazione del Corallo

Artigiani del corallo

Tramonto trapani

Spettacolare tramonto a Trapani

Strutture Consigliate

B & B Alba Marina

B & B Alba Marina

Viale C. Colombo 139, San Vito Lo Capo

Tel. +39 347.527.4124

Strutture in Evidenza