Isola di Mozia - Stagnone di Marsala - San Vito Web

Isola di Mozia

Isola di Mozia

Mozia - Isola di san Pantaleo

All'interno della Riserva Orientata dello Stagnone di Marsala, di fronte alle storiche  Saline Ettore Infersa, si trova uno dei siti archeologici più importanti al mondo: l’isola di Mozia, fondata nell’VIII sec. A.C. dai Fenici.
 Sede di una delle più floride e conosciute colonie fenicie, Mozia grazie alla sua posizione strategica si trovò al centro dei fiorenti traffici commerciali del Mediterraneo  per poi venire distrutta ad opera dei greci di Siracusa. La sua scoperta si deve alla passione per l’archeologia del  giovane  Joseph Whitaker, membro di una ricca famiglia inglese proprietaria di importanti cantine a Marsala.
Visitare Mozia sarà come fare un viaggio nel tempo, tra oggetti e luoghi che vi riporteranno nel passato e vi lasceranno senza parole.
Per raggiungere l’sola bisogna recarsi all’imbarcadero che si trova nei pressi del Mulino E. Infersa.

isola di Mozia
La barca vi porta in meno di 10 minuti sull’isoletta e con il biglietto potrete visitare, oltre che l’isola ( il giro a piedi dura circa 1 ora) anche il Museo, ricco di reperti trovati nei vari scavi  tra cui la splendida statua del Giovane di Mozia, rinvenuta nel  1979 nella zona del Tempio.
Tra i magnifici rinvenimenti: la Necropoli arcaica, la Casa delle Anfore, la Cinta muraria, un Santuario fenicio-punico, il Tofet , la Casa dei Mosaici e una strada sommersa che collega l’isola alla terraferma.
Dopo aver girato tra distese di vigneti e misteriosi  resti di quest’antica cività, potrete rilassarvi nella zona della Casa dei Mosaici, sotto maestosi alberi di ficus , magari rinfrescandovi con una buona granita all’Aloe Vera, specialità del piccolo bar dell’isola, la magia del luogo farà il resto.

Il Giovane di Mozia o Auriga (atleta) è sicuramente il protagonista principale tra le attrazioni dell’isola. La sua scoperta fu quasi casuale, infatti propio l'ultimo giorno degli scavi, il 26 ottobre 1979, nella zona accanto al santuario di Cappiddazzu, un operaio capì di aver colpito col suo piccone qualcosa di diverso dal materiale precedente. In poco più di 10 giorni venne alla luce uno dei più splendidi capolavori dell’arte greca.
L'Auriga è stata definita "la statua dei misteri", infatti è un reperto greco rinvenuto in un territorio punico, inoltre il suo stile e il secolo in cui si può collocare sono ancora un mistero.
Sicuramente una statua unica nel suo genere.

Mozia

Info Utili:

  • Mozia si trova al centro della Riserva naturale dello Stagnone di Marsala.
    Per compiere il periplo dell'isola a piedi sono necessari dai 30 ai 40 minuti .
  • Come arrivare:

    Vi consigliamo di raggiungere Lo Stagnone in auto percorrendo da Trapani la suggestiva Via del Sale.

    L'Isola si raggiunge con piccole barche dall'imbarcadero di San Teodoro. (tragitto 10minuti )

  • Come raggiungere mozia
    Clicca sulla mappa
  • Giovinetto Mozia
    Il Giovane di Mozia

Cogli al volo le occasioni

Scegli un'offerta per la Tua vacanza a San Vito Lo Capo

Scopri le Offerte